ImageHo voluto raggiungere Roma ieri pomeriggio, nonostante le pessime notizie che continuavano a pervenire dall'Aquila, perchè dopo  che con l'Ordine Sammaritano e l'Associazione Avvocati del Tribunale di Carinola si era organizzato un convegno sulla riforma della Magistratura Onoraria, non si poteva mancare ad un "congresso" (così lo hanno chiamato gli organizzatori) che praticamente aveva la stessa traccia e, in parte, gli stessi protagonisti e, per di più organizzato nella Sala Convegni del Consiglio Superiore della Magistratura in Piazza Indipendenza a Roma, scusate se è poco. Bene, quando arrivo la sala era già praticamente piena. La platea era costituita nella stragrande maggioranza di magistrati onorari di cui buona parte, come già era stato presagito a Carinola da un illustre relatore, irpini, mentre la minoranza in sala era costituita da Magistrati togati per lo più romani, meglio, in servizio a Roma. Campeggiava un cartello dietro i relatori con una scritta:MAGISTRATI ONORARI UNITI. Il convegno era coordinato in modo egregio da una bellissima esponente dei Vice Procuratori Onorari irpini che fungeva anche da Segretaria Organizzativa del Congresso, ex Miss Irpinia,
Sottosegr.Caliendo-Finamore-De Tilla
Sottosegr.Caliendo-Finamore-De Tilla
La platea la Dott.ssa Isabella DE ASMUNDIS. Quando sono entrato aveva la parola il Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura On.Dott. Nicola MANCINO che ha precisato che il CSM aveva "solo" messo a disposizione dei Magistrati Onorari Uniti la sala convegni. Anche questo particolare ci era stato, per la verità, anticipato.Dopo il Vice Presidente Mancino ha preso la parola il sottosegretario Dott. Giacomo CALIENDO che era anche delegato dal Ministro impegnato in Lussemburgo e  che, abbiamo notato, era accompagnato da un Magistrato che è stato nel nostro Tribunale per un certo tempo il Dott. Massimo URBANO, che abbiamo salutato con molto piacere. Dicevamo che il Sottosegretario ha parlato dopo il Vice Presidente del CSM, che invece nella scaletta, avrebbe dovuto concludere i lavori, ma questa inversione non ha provocato  reazioni, così non è stato quando il Presidente dell'OUA Avv. Maurizio DE TILLA ha anticipato la sua relazione rispetto al Prof. Domenico Corradini BROUSSARD Ordinario presso Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Pisa.Il Sottosegretario ha in effetti affrontato l'argomento mettendo sul tappeto i problemi :1)Quello relativo al sistema di reclutamento, titoli di accesso e compatibilità dei Giudici Onorari; 2) Quello relativo alla durata dell'attività, la conferma con valutazione di idoneità da parte dei consigli giudiziari;; 3) Quello relativo ai compensi, trattamenti economici identici per tutti ed ai casi da affidare ai Giudici Onorari. Da quanto ha detto, e lo abbiamo registrato con attenzione, ci è sembrato piuttosto evasivo sul DDL in esame al parlamento e sull'art.32 in particolare, non ha fatto cenni di assenso o diniego sulla famosa tornata elettorale dei VPO (Vice Procuratori Onorari), tanto cara alla Lega, e sulla possibilità di estenderla a G.O.T.(Giudici Onorari di Tribunale) e ai Giudici di Pace. Il sottosegretario, pur avendo sottolineato la differenza tra  i Giudici di Pace e quelli che sono in effetti dei supplenti, GOT e VPO, possono essere utilizzati solo e quando gli ordinari sono assenti. In realtà, diciamo noi, non è così. I VPO ed i GOT svolgono la loro funzione indipendentemente dallo stato di salute dei Giudici Monocratici. Aggiunge il sottosegretario che bisogna utilizzare  GOT e VPO anche se c'è copertura integrale dell'organico bisogna stabilire un ruolo del Giudice Onorario , GOT e VPO ma deve essere un ruolo individuato dalle legge con criteri oggettivi, materia o valore,  e soprattutto età dei giudizi e non dal funzionario.Attività retribuita in relazione a questa attività e di concerto col personale amministrativo. Bisogna anche individuare il numero dei posti di GOT e VPO e Giudici di Pace sottolineando l'annullamento da parte del Consiglio di Stato del decreto che aveva individuato il numero dei posti di  Giudici di pace tentativo fatto in tal senso, ed  ha aggiunto che bisogna sospendere procedure di copertura dei posti, bisogna stabilire i limiti d'età uguali per GOT VPO e GDP  Ha concluso il Sottosegr. Caliendo sulla cosiddetta proroga prolungata che ha portato ad una situazione di precarietà in assoluto, come aveva già detto il V.Presidente del CSM MANCINO. Unico VPO sammaritano presente in sala il dott. Gary GOGLIA. Vi era anche l'avv.  Antonio Vellucci, VPO a Frosinone, con il figlio Dott. Tullio che era responsabile stampa del convegno. Dopo il sottosegretario Caliendo ha preso la parola l'Avv. De Tilla  e poi è stata la volta del Prof. BROUSSARD dell'Università di Pisa  che ha sottolineato con veemenza  l'assurdità  di quanto  finora sostenuto dai governi che si sono succeduti ed ha tracciato le linee per una riforma. 

Percorso

Condividi con chi vuoi...

Accetta Cookies

Abbiamo 198 visitatori e nessun utente online

DJ-imageslider

  • Virgo_lactans.jpg
  • rousseau.jpg
  • paola_luca_pubblico1.jpg
  • paola_luca_pubblico.jpg
  • paola_luca_donamato1.jpg
  • paola_luca_donamato.jpg
  • paola_luca_bacio.jpg
  • paola_luca3.jpg
  • paola_luca2.jpg
  • paola_luca1.jpg
  • paola_luca.jpg
  • insidia_trabocchetto.jpg
  • ale_diego2.jpg
  • ale_diego1.jpeg
  • ale_diego.jpg
  • ale_diego.jpeg

GDPR e EU e-Privacy

nocelleto_oggi03.jpg