guarus6

Non ancora iniziati i lavori di pavimentazione di Via Guarusi ma ci confermano che ci sono le evidenze archeologiche la dottoressa TOMEO della

Soprintendenza non ha dato altre notizie in merito ! Abbiamo una immagine che dovrebbe, ma non è certo, rappresentare il reperto nel fossato una “fornace dell’antichità oppure un prodotto della fornace dell’antichità “ nessuno oltre Carlo Ceraldi del Museo Luca Menna, ci ha illuminato su questo ritrovamento!

Giusto comunque proteggerlo in qualsivoglia modo per evitare che lo portino via!

Novità invece sulla provinciale 44 che dall’Appia attraversando il semaforo di Ventaroli arrivano a Carinola forse anche prima dì Guarusi perché qui sulla provinciale 44 evidenze archeologiche o altri impedimenti non ci sono!

Intanto il solito scavo davanti una casa privata impedisce il passaggio all’altezza del terreno di proprietà del dott. Claudio Ronza, terreno che come si ricorderà sia pure dall’altro lato della strada, ma sempre dello stesso proprietario, fu oggetto di numerosi furti dei cavi di rame Telecom quando erano sui pali di legno e fino a quando i cavi non vennero sistemati sottoterra !

Com’è noto la necessità aguzza l’ingegno pertanto in questa occasione forse grazie al fatto che la parte di terreno sempre del simpaticissimo e soprattutto disponibile dottore anestesista ormai in pensione da anni, si potrebbe sperare in un non troppo lontano piccolo rimedio alternativo o almeno lo spero!

ATTENZIONE PERO’ NESSUNO SI SENTA AUTORIZZATO A FARLO grazie a questo mio scritto,provocando danni a se stesso, al fondo o addirittura ad altri.

Se si verificasse questo spiacevole caso chiaro che il conducente o proprietario dell’auto sarebbe l’esclusivo responsabile del suo comportamento e delle relative conseguenze visto che non transiterebbe su una pubblica strada e neppure privata ma su un prato, come si vede nella foto eseguita pochi minuti fa, prato che tra l’altro non è transitabile per qualsiasi tipo di auto!
marilisa_palmieri

La foto mostrerebbe una specie di orcio con bocca larga e ripieno di terreno ad altri cocci.

Chiaro che è sempre meglio arrivare da Nocelleto ivi arrivando dall’Appia subito dopo Maiorisi ma io che amo le pizzette con la scarola e/o con i pomodorini di Croce di Casale non mi complico la vita con il traffico infernale di questi giorni sia dal lato Napoli che dal lato Roma e in tutte ripeto tutte le ore del giorno!

Scritto da:

Ceraldi Vincenzo

avvocato civilista blogger amministratore