949FF2B3-4C45-4142-8F49-609067388334

Alla seduta consiliare di domani sera, oltre a voler nascondere a tutti i costi la verità sul comandante della polizia locale, i consiglieri
comunali che compongono la maggioranza del sindaco Pacifico spingeranno il Comune verso il baratro finanziario, indebitando per moltissimi anni i Mondragonesi – comunicato alla stampa

E’ una vera e propria denuncia quella dell’opposizione consiliare a firma dei consiglieri comunali Valerio Bertolino, Achille Cennami, Pasquale Marquez, Alessandro Pagliaro, Antonio Pagliaro e Giovanni Schiappa che, con la posizione pubblica appena assunta, dimostra di non avere più peli sulla lingua!

Mondragone. L’incapace sindaco Virgilio Pacifico, gli spendaccioni e disinteressati assessori della sua Giunta con i superficiali ed approssimativi consiglieri comunali della sua maggioranza, dopo aver approvato – con i loro soli voti favorevoli – più di un anno fa il bilancio consuntivo del 2019 e solo qualche mese fa il rendiconto del 2020, domani – martedì 31 agosto alle ore 20 – rettificheranno ambedue gli strumenti finanziari perché ormai non possono più nascondere che quei bilanci sono falsati, in quanto erroneamente calcolati da loro stessi!

Purtroppo, va detto che tali modifiche produrranno un disavanzo per entrambe le scritture contabili, determinando una perdita di esercizio per l’ente comunale sia per il 2019 che per il 2020.

Grazie al “regalo” del primo cittadino Pacifico ed alla sua banda amministrativa, questo maggior disavanzo di circa 9,5 milioni di euro dovrà essere ripianato in 15 anni, ovvero fino al 2035, mentre vi sarà un disavanzo ordinario di circa 4,5 milioni di euro riguardo al bilancio consuntivo del 2019.

Inoltre, purtroppo, ci sarà da recuperare entro il 2022 la rimanente parte del disavanzo ordinario relativo al rendiconto del comune del 2020, pari ad una cifra superiore a 2,5 milioni di euro.

Che dire, dopo l’aumento di circa un milione di euro sulle bollette dell’immondizia prossime a riceversi, ora la copertura del disavanzo rappresenta veramente un bel dono di fine consiliatura da parte del sindaco Virgilio Pacifico e della sua giunta che, come più volte abbiamo affermato pubblicamente, non sono stati capaci neanche di tenere in regola i conti dell’ente comunale, perché troppo impegnati nella gestione di evidenti clientele frutto di illegittimi atti amministrativi.

Ora, quindi, al certo ed inequivocabile indebitamento per i nostri figli, va aggiunto che si attendono tempi duri per la comunità mondragonese anche perché bisognerà monitorare costantemente il ripianamento e la copertura di tale disavanzo, sospendendo qualsiasi spesa non obbligatoria e non necessaria ed impattando in tal senso anche sulla spesa per il personale in costante diminuzione, nonché procedendo alla rielaborazione del bilancio consolidato per l’anno 2019 e realizzando nel più breve tempo possibile un piano dettagliato di rientro del suddetto disavanzo ordinario di amministrazione, con la specifica indicazione delle relative coperture previste.

Insomma, tante necessarie verifiche periodiche – da eseguirsi come per legge – per cercare di evitare il default del Comune di Mondragone, in procinto però a fallire proprio a causa della scelleratezza di chi lo sta disamministrando da più di quattro anni!
Foto:V.Bertolino A.Cennami P.Marquez Al.Pagliaro An.Pagliaro G.Schiappa

Il giorno 27 luglio 2021, il collegio dei Revisori dei Conti del Comune di Mondragone, dott. Alberto Napoli, dott.ssa Maria Verde e dott. Marco Stabile, nominato con delibera dell’organo consiliare n. 8 dello 08.07.2019, si è riunito per esprimere il proprio parere sulla proposta di delibera di Consiglio Comunale n. 60 del 26-07-2021, avente ad oggetto: “RIAPPROVAZIONE RENDICONTO 2019”.
Il collegio,
esaminata la documentazione trasmessa dall’ente a mezzo PEC del 26 luglio 2021 relativa alla proposta di delibera di Consiglio Comunale n. 60 del 26-07-2021;
visto lo schema di rendiconto per l’esercizio 2019 proposto dal servizio finanziario, composto dal conto del bilancio, dal conto economico e dal conto del patrimonio, nonché dagli allegati prospetti di legge ex art. 227 e segg. D. Lgs. 267/2000 e D. Lgs. 118/2011 e s.m.i., approvato dal Consiglio Comunale con Delibera n. 2 del 30 luglio 2020;
viste le note del Responsabile del Servizio Finanziario, prot. n. 57823 del 20 luglio 2021 e prot.58241 del 22 luglio 2021 con le quali veniva comunicata la necessità di effettuare la rettifica di tutte le scritture contabili su cui incide il valore del Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità per l’esercizio 2019, erroneamente calcolato e approvato con il rendiconto di gestione 2019;
considerato che il procedimento pianificato dall’ente è da ritenersi corretto, nonché necessario allo scopo, così come già evidenziato da questo collegio con propria nota del 23-07-2021 – prot. 58795;
preso atto che, come riportato nelle relazioni redatte dal responsabile finanziario – prot. n. 57823 del 20 luglio 2021 e prot.58241 del 22 luglio 2021, dalla rettifica del rendiconto anno 2019 si è determinato un fondo Crediti di Dubbia Esigibilità di € 68.645.494,33, con un maggior disavanzo tecnico da accantonare a rendiconto, pari ad € 9.375.455,39 – imputabile al passaggio dal metodo semplificato al metodo ordinario nel calcolo del Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità – e un disavanzo ordinario pari ad € 4.384.679,02;
dato atto che il disavanzo tecnico prodotto da F.C.D.E. nel 2019, pari a € 9.375.455,39, sarà ripianato in anni quindici, dal 2021 al 2035, ex art. 39 quater del DL n. 162 del 30 dicembre 2019, coordinato con la Legge di conversione n. 8 del 28 febbraio 2020, con delibera consiliare da approvare entro 45 gg dall’approvazione del rendiconto 2019 come rettificato, e che il disavanzo ordinario, pari ad € 4.384.679,02, sarà ripianato entro il 2022, termine della consiliatura con successiva delibera di consiglio comunale, relativa alla rettifica del rendiconto 2020;
COMUNE DI MONDRAGONE
Protocollo Arrivo N. 59371/2021 del 27-07-2021
Doc. Principale – Copia Documento

dato atto altresì, che la copertura della perdita di esercizio derivante dal Conto Economico, non riguardante la contabilità finanziaria dell’ente, sarà assicurata con le riserve del patrimonio netto create negli anni precedenti;
visto il parere di regolarità tecnica rilasciato dal responsabile dei Servizi Finanziari;
visto il parere di regolarità contabile rilasciato dal responsabile dei Servizi Finanziari;
visto il regolamento di comunale di contabilità
vista la delibera di Giunta Comunale n. 50 del 26 luglio 2021 “Riapprovazione rendiconto di gestione 2019”
esprime, per quanto di propria competenza, parere favorevole sul proposto procedimento di rettifica del rendiconto contabile dell’anno 2019, in seguito alla rideterminazione del valore del Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità
da accantonare.
All’uopo il collegio dei revisori raccomanda di:
a) sospendere qualsiasi spesa non obbligatoria e non necessaria, ivi compresa quella riferita alla parte variabile, relativa al fondo di contrattazione decentrata in corso di determinazione;
b) procedere alla rielaborazione del bilancio Consolidato per l’anno 2019, attese le mutate determinazioni contabili;
c) trasmettere allo scrivente organo, nel più breve tempo possibile, un piano dettagliato di rientro del disavanzo ordinario di amministrazione, generatosi per € 4.384.679,02, da esaurirsi entro il termine della consiliatura, con specifica indicazione delle relative coperture previste e necessario alle verifiche periodiche da eseguirsi come per legge.
Il Collegio dei Revisori dei conti
Dott. Alberto Napoli