La mina anticarro trovata

Erano partiti da Nocelleto per una visita alla Madonna di Costantinopoli la cui cappella si trova alle pendice della Montagna che si erge nella parte posteriore di Cascano di Sessa Aurunca frazione famosa per la sede

unica  del Liceo Artistico di Sessa Aurunca,

Ma prima ancora era famosa perchè è nata proprio qui l'arte della ceramica locale ma purtroppo anche famosa perchè è facilissimo venendo dall'Appia trovare l'inizio della provinciale che porta a Roccamonfina non lo è altrettanto in senso inverso una volta che troviamo il segnale di senso vietato e ci si inoltra nel percorso che s'inerpica a sinistra.

Probabile però che Carmine e lo zio erano partiti da Nocelleto per ragioni meno mistiche e magari culinarie visto che è periodo di funghi nella zona e non solo. . .

Giunti in prossimità di Valogno frazione divenuta famosissima per i murales che ormai tappezzano in verticale buona parte delle mura di questa graziosissima frazione una volta famosa per aver dato i natali ad un famoso Preside e ad un imprenditore di spettacoli che ad ogni festa patronale riusciva a far esibire vedettes di fama!

Oggi invece a quanto pare questa bella frazione ha vuto un ospite certamente non gradito:ordigno bellico della seconda guerra mondiale, verosimilmente una mina anticarro che Carmine e lo zio hanno rinvenuto nell'esatto centro di una stradina sterrata, secondo loro portata là dalla recente bomba d'acqua che giorni fa ha colpito la zona.

Considerato che la ruggine sembra ricoprire gran parte della mina si è pensato che non sarebbe pericolosa proprio per questa ragione, Cionondimeno Carmine e lo zio hanno informato l a Polizia Urbana di SESSA AURUNCA ed i VIGILI DEL FUOCO. Si è provveduto quindi a transennare la zona e gli artificieri appena informati hanno assicurato un loro intervento per domattina!