×

Avviso

Folder doesn't exist or doesn't contain any images

ULTIMISSIME

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva


Al Presidente del Consiglio Comunale

Al Sindaco del Comune di

 

e,p.c. Ai Consiglieri Comunali del Comune di CARINOLA

Sono assente oggi ma permettetemi di fare un breve passaggio riguardo a questa lunga ed infinita storia dei rifiuti che, per quanto riguarda il nostro contesto, ormai si protrae da undici anni.

 

Tutto quello che sta succedendo negli ultimi mesi a Carinola ha come antefatti gli avvenimenti del 1996, 200l e 2003. E' già da tempo che qualcuno, evidentemente non molto affezionato alla sua terra, sta tentando di far diventare questo comune, il mio, il nostro comune, lo sversatoio dei rifiuti della Provincia.

 

Ogni volta che la cosiddetta "emergenza rifiuti" in Campania è arrivata al punto critico, qualcuno dell'amministrazione del nostro comune, da buon samaritano, si è fatto avanti per "recepire" i rifiuti della cittadinanza campana. ..

 

. . . Nel 1996 e nel 200 l il primo sito individuato fu quello di Carabottoli ma per evidenti incompatibilità ambientali, a questo sito, si preferl, nel 2003, quello di Cese ... poi più nulla, fino a qualche mese fa ... prima Vaglie e poi, tra i vari giri di valzer, quando si fermò la musica, si era tornati nuovamente a Carabottoli. Una cosa si è capita, per questa amministrazione un sito vale l'altro, l'importante è che sia nel comune di Carinola!

Ebbene, il sottoscritto, alla condanna della sua terra, NON ci sta!

 

Già nel 200l votai contro la creazione di una discarica nel nostro comune e precisamente in località Carabottoli perché, da modesto produttore agricolo, mi resi conto che quella discarica che si voleva creare in queste terre, ne avrebbe causato la morte agricola e umana Eh, si, perché forse qualcuno dei "deus ex machina" che sono dietro a tutta questa storia ha dimenticato che il nostro è un comune prettamente agricolo e che la cittadinanza, vive e dà da mangiare alle proprie famiglie con quello che guadagna dalla vendita dei frutti di questa terra

 

Non voglio assolutamente partecipare all'omicidio della nostra terra ed è per questo motivo che, con questa lettera, rassegno le mie dimissioni da consigliere comunale.

 

Concludo esprimendo la mia solidarietà nei confronti della popolazione di Casanova, Nocelleto e di Francolise che tanto si sta battendo per cercare di allontanare questo spettro di morte dal nostro territorio, Grazie infinite!

Carinola 27.12.2007 Il Consigliere Comunale Lorenzo Pio Rucco

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

COMITATO CIVICO RINASCITA CASANOVESE

IL COMITATO COMUNICA ALLA CITTADINANZA QUANTO SEGUE:

ANCORA UNA VOLTA I CONSIGLIERI COMUNALI CASANOVESI ED I RESTANTI CONSIGLIERI COMUNALI MENTRE DA UNA PARTE FINGONO A TTRA VERSO UN

A TTO UFFICIALE, DI VOLER IMPEDIRE LA CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CONVOCATO IL 27/12/2007,AL FINE DI VOLER RIMETTERE IN DISCUSSIONE LA PRECEDENTE SCELTA DEL SITO AL TERNA TIVO DI

CARABOTTOLI,DALL'ALTRA CON UN SUCCESSIVO DOCUMENTO, SI DICHIARANO DISPONIBILI PER LA SEDUTA. CONSILIARE E PRONTI A RATIFICARE L'INDICAZIONE DI NON IDONEITA' DELLO STESSO SITO COSI’ COME INDICATO

DALL'.ARPAC IN DATA 24/12/2007.L'AMBIGUITA' DI QUESTO COMPORTAMENTO RIMETTE IN DISCUSSIONE I SITI AL TERNA TIVI DI

"CESE" E VAGLIE.

PERTANTO I CITTADINI SONO INVITATI A PRENDERE ATTO DI TALE COMPORTAMENTO E TRARNE LE DOVUTE CONCLUSIONI.

IL COMITATO CIVICO RINASCITA CASANOVESE INVITA I CONSIGLIERI COMUNALI A DISERTARE IL CONSIGLIO COMUNALE DEL 27/12/2007.

CASANOVA DI

CARINOLA 26/12/2007

IL COMITATO

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Diario di un Natale Perso (anche nella realta’ dei cumuli di immondizie)
Arrivando come sempre di notte per partecipare alla festa ,quando i fari della mia auto hanno illuminato quelle “gentili collinette” fatte dalle buste di plastica sparse qui e la’ che si ergevano sulla stradina che porta a casa mia a San Donato, non credevo ai miei occhi……avevo sentito, letto, ascoltato, ma l’impatto visivo e’ stato devastante……sono rimasto senza parole !!! E’stato difficile accettare una realta’ cosi’ cruda  e amara. E questa e’ la fotografia di una realta’ vera e difficile da accettare per tutte le considerazioni che si possono trarre, ma non e’ questo l’obiettivo di questo mio scritto.
Quello che volevo raccontare e’ di come la notte di Natale ,mi sono trovato solo con pochi coetanei  toccare con mano che il Natale anche a S.Donato, era cambiato….non c’erano piu’ i tre’falo tradizionali (detti fuocaracci), ma soltanto uno, che attorno allo stesso eravamo in pochi……, a leggere i misteri di quel gran falo’che si elevava al cielo……insomma…… una conta al negativo,ad esclusione di una utrita pattuglia di giovani trentenni che era li a testimoniare, che qualcuno ancora ci vuol credere.
Certo, i moderni trentenni, oramai non passano piu’ le notti di Natale a giocare a carte (la stoppa )come si faceva allora, ma gia’ e’ segno positivo averli visti li intorno a quel fuoco.
E come non ricordare anche i suoni del Natale , persi ormai nel tempo, di quanti girando per il paese di casa in casa, facevano gli auguri di Natale e per l’Anno Nuovo accompagnati , oltre da mandolini, chitarre e fisarmonica da uno strumento denominato “buca-buca” (credo che musicalmente parlando si chiami putipu’), ricevendo in cambio corposi bicchieri di vino,dolci e quanta’altro c’era da offrire in casa.Il gioioso e “frizzante corteo” accompagnato anche da noi, oramai giovanotti, si spengeva alle luci dell’alba…per chi riusciva a resistere fino in fondo. Un ricordo dolce e di vero affetto va a tutti questi miei compaesani per quell’allegria in quelle melodie “strimpellate ma veraci” che regalavano a tutto il paese sfidando il freddo delle notti per portare un messaggio di felicita’ e pace nelle case di tutti………GRAZIE…… “RAGAZZI” !!! Si potrebbero infine aggiungere altre e molte considerazioni dei nostri tempi e giorni a tutto questo, senza dimenticare la realta’ amara che ci circonda, anche come nazione stanca e spenta senza entusiasiasmi e iniziative nuove…..un mio cliente dice che ormai in Italia bisogna solo venire per villeggiare,non per tutto Il resto…….,ma nel mio sangue scorre “la testardaggine costruttiva e positiva” di chi e’ nato o ha avuto

origini in questo piccolo paesino,NOI non ci arrenderemo MAI a nulla e anche questo momento di sconforto passera’ e fara’ si che anche il Natale non sara’ mai perso.Diamoci da fare in ogni modo  affiche’anche questo giorno , che rimane sempre la festa piu’ bella e attesa, possa tornare ad allietare le nostre case e famiglie, cosi’ come era un tempo.AUGURI PER TUTTI
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Image
Bimbi di Nocelleto
Image
Sindaco Francolise A.Russo
Oggi è Natale, anche qui a Carinola, come in tutto il mondo cristiano, ed anche qui, come in tutta la Campania, siamo sommersi dai rifiuti, fa meno freddo degli altri giorni anche perchè i cuori sono riscaldati dalla santa ricorrenza ed un pò forse perchè è diffusa la speranza di aver scongiurato, a seguito di una relazione ARPAC che dichiara inidoneo il sito di CARABOTTOLI  rendendolo quindi inutilizzabile da parte del Commissariato o così almeno ci auguriamo, dopo che  un'altra parte del nostro territorio,pure prescelta dallo stesso Commissariato, ci riferiamo a Vaglie, nel pieno centro cittadino, l'allocazione del deprecabile sito è stata dal TAR sospesa. Il nostro Sindaco ha convocato un nuovo consiglio comunale per revocare una parte della delibera consiliare con la quale, sia pure come estrema ratio, veniva individuato Carabottoli per depositarvi quanto evidentemente sembrava volevasi allocare a Casanova. Carabottoli è un termine che tradisce la rappresentazione della realtà attuale: infatti ricorda tanto carabattole che secondo il vocabolario italiano significa cose di nessun o poco valore, ma non è così per Carabottoli e lo dimostrano la forza, l'impegno ed il sacrificio di tante centinaia di persone che ormai da settimane lo stanno presidiando, gli insediamenti produttivi, l'agricoltura, i caseifici, l'allevamento del bestiame e tanto altro ancora, un coacervo di comuni che farebbe desistere chiunque da qualunque intenzione  di insistere nel progetto di allocazione . Basta transitare per la provinciale che da S.Andrea porta al cosiddetto turno di Cappella reale, a qualsiasi ora, per rendersi conto della realtà. Abbiamo incontrato ieri il Sindaco di Francolise Andrea Russo che ha intenzioni a dir poco bellicose,è 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Image
Cava dismessa Vaglie
Secondo IL MATTINO di oggi in Cronaca di Caserta sarebbe "FALLITA la prova di forza" di ieri. L'articolo di Antonio PISANI sottolinea che erano" meno di mille i partecipanti, numero inferiore alle attese fronte di uno schieramento delle forze dell'ordine imponente, oltre duecento tra poliziotti e carabinieri, pronti ad evitare anche con le cattive che i manifestanti si riversassero sull'autostrada bloccando la circolazione come avvenne due settimane fa .Con i pochi sindaci presenti quasi sempre in seconda fila. . ." Sullo stesso articolo leggiamo accuse del Sindaco di Francolise a quello di Carinola  ed intanto il TG3  Campania di oggi insiste:i siti di stoccaggio sono tre CARINOLA, CASALDUNI e CASAMARCIANO. Dio mio! Pubblicata finalmente l'Ordinanza collegiale del TAR LAZIO Roma con la quale è stata sospesa fino al 6 Febbraio 2008 ogni attività inerente il provvedimento commissariale.Come avevamo previsto, anche grazie alle informazioni forniteci dal legale del Comune di Carinola, avv. Giuseppe Tamburrino, il provvedimento è stato emesso in quanto il Commissariato non ha depositato alcun documento che abbia potuto giustificare da un punto di vista tecnico la scelta di Vaglie, nè alcun documento comunque connesso, come potrete leggere nella stesura dell'originale che qui di seguito pubblichiamo. Amenità:anzichè Comune di Carinola è scritto Comune di Presenzano, galeotto fu il copia ed incolla o . . .lapsus freudiano.Comunque questa è l'ordinanza:

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
IL COMUNE DI CARINOLA 
E
I RIFIUTI SOLIDI URBANI
I rifiuti solidi urbani hanno avvelenato la vita politica carinolese.
Nel Comune di Carinola il frazionismo ha sempre caratterizzato la vita politica locale.
E' un fatto fisiologico, in una comunità composta da tanti centri urbani con interessi vari e caratteristiche sociali, politiche, economiche particolari.
Mai, però, si era arrivati a manifestazioni violente ed esasperate come quelle che stanno vivendo due frazioni importanti del Comune.
La vita politica e sociale è diventata violenta, esagitata, irrispettosa della dignità umana e civile.
Non è questa la cultura del nostro popolo.
Il popolo del Comune di Carinola è stato sempre espressione di una civiltà politica e sociale di grande valore e stima tra i cittadini, anche nei momenti più drammatici della lotta politica.
Non si era mai verificato che prevalesse la maldicenza, la violenza verbale o fisica degli uni contro gli altri.
Non distrugiamo questa civiltà del nostro popolo!
Non insegnamo alle future generazioni l'aberrazione mentale!
Insegnamo loro sempre il rispetto umano, civile, nella libertà delle peroprie idee e per l'affermazione della propria parte politica.
La violenza verbale o fisica è la degenerazione della lotta politica, che non si addice ad un popolo civile.
Essa può portare a conseguenze dolorose per chi la subisce e per chi la esercita.
Evitiamo queste occasioni degenerative della vita umana.
Esse non danno alcun risultato positivo.
Sono espressione di povertà intellettuale, morale ed umana e non si addicono in alcun modo al nostro generoso popolo del Comune di Carinola.
Carinola, 23.12.2007
ANTONIO ZANNINI