ATTUALITA

LUNEDI' KATIA PRESENTA IL CONCORSO I GIOVANI E LA LEGALITA'

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ancora una grande, importante e significativa iniziativa della donna davvero speciale che non esito a definire, eroina, calabrese che abbiamo avuto l’onore ed piacere di conoscere grazie al Premio Moscati  che ogni anno la dott.ssa Lia ULLUCCI organizza al

Convento di S. Francesco di Casanova di Carinola: Katia VILLIRILLO. LUNEDI’ 13 Gennaio alle 10,00 a CROTONE presso il Museo ed i Giardini di Pitagora in via G.Falcone n.9.00 si terrà la presentazione della seconda edizione del Concorso a premi  “I GIOVANI E LA LEGALITA’”

Ennesima iniziativa ideata, voluta e sostenuta dalla vulcanica Katia, per l’occasione alla seconda edizione, sempre nell’ottica di raggiungere un cambiamento ideologico.. politico e culturale...che riguardi soprattutto i giovani...Come ci anticipò nella video intervista dell’Ottobre u.s. in occasione del Premio Moscati dove ci parlò di una vera e propria:  " battaglia verso il cambiamento.." e disse: "in un momento in cui la società é in crisi..mi ritengo onorata di premiare la sezione ragazzi perché io mi occupo di disagio giovanile...perché bisogna lavorare sulla famiglia ed i suoi valori...i genitori devono ritornare a riappropriarsi del loro vecchio ruolo e smetterla con questa figura del’ amicizia... Bisogna ritornare a dire NO ai ragazzi...quei no di un tempo...che formavano l'individuo dei nostri tempi con il rispetto e l'educazione...Che adesso non c'è più...
La scuola é l’unico strumento che abbiamo per andare verso il cambiamento e cambiare il mondo...perchè la cultura rende l uomo libero e forte..
Perché dove c'è la cultura non c'è condivisione del malaffare  ..che trova posto nell'ignoranza...e nella mancata conoscenza dei propri diritti....la scuola é il secondo pilastro della vita dei giovani...oggi é  indispensabile un'inversione di marcia soprattutto da parte dei genitori...che DEVONO, in collaborazione con la scuola educare i propri figli  e non bullizzare insieme ad essi..
Poveri giovani che non hanno più equilibrio..infatti molti ragazzi purtroppo si suicidano.. diventano vittime della RETE...perché sperimentando la solitudine...trovano nei social..la gratificazione che gli serve..questo é il motivo per cui.. anche vivendo in un secolo tecnologico...sono tantissimi i ragazzi che hanno problemi anche psicologici."

La popolazione è invitata, sempre lunedì 13 alle ore 17.00 alla Cattedrale di S. Maria Assunta di Crotone a partecipare alla SS. Messa in ricordo del giovane vittima innocente della criminalità organizzata Giuseppe PARRETTA in occasione del secondo anniversario della barbara uccisione, davanti agli occhi della madre, Katia Villirillo!