Quella di oggi al salone degli specchi del Teatro Garibaldi di S.Maria C.V. è una cerimonia che si ripete dal 1990, Presidente Elio Sticco quando venne istituita la cerimonia che celebra i senatori del foro

bernasconi mercorio bucosammaritano, avvocati  che sono iscritti da quarant'anni all'Ordine che ricevono, con tanto di motivazione su pergamena, ieri una medaglia d'oro, oggi una penna Marlen.

Ma per l'occasione odierna c'è stata la freschezza della cerimonia della consegna della toga ai giovani dieci colleghi che hanno partecipato al Simulacro iannettantdel Processo Civile e del Premio al Vincitore.

Per la verità c'è stata anche una introduzione del neo segretario dell'Ordine avv. Pigrini  e un intervento del dott. Giuseppe Pintadauro sulla "previdenza integrativa", davvero molto interessante.

I colleghi insigniti dell'Onorificenza di Senatore dell'Ordine Sammaritano sono stati gli avvocati Antonio Enrico Aceto, che era assente per una lieve indisposizione, Michele basile penna grilloBolognese, Vittorio Giaquinto, Guido Lombardo, Luigi Maratta e Luigi Scialdone.

Simpaticamente il Presidente del Consiglio dell'Ordine avv. Carlo Grillo ha anche fatto finta di aver dimenticato di premiare l'avv. Lombardo che è anche consigliere dell'Ordine e per lui ha anche trascurato l'ordine alfabetico.

Ab inizio si è visto che il Presidente era come sempre in forma smagliante. Sembravano infatti non esserci sedie sufficienti per tutti i consiglieri presenti per cui la ex segretaria consiglieri ord1dell'ordine avv. Angela Del Vecchio e la consigliera avv. Patrizia  si erano per detta ragione sistemate in un locale attiguo e questo durante le relazioni e fino a quando non è cominciata la cerimonia della consegna delle pergamene e delle penne ai  senatori, in quel momento infatti l'avv. Grillo le ha invitate a sedersi insieme a tutti gli altri consiglieri.

Altre simpatiche battute dell'avv. Grillo con il tesoriere avv. Pierluigi Basile  anche durante la consegna delle toghe che il presidente ha voluto  che Basile facesse indossare ad ognuno dei premiati.

giovani avv fioriIl premiato per eccellenza però è stato il giovanissimo vincitore del Simulacro del Processo Civile, Pierluigi Mercorio di S.Maria Capua Vetere che oltre alla toga ha anche vinto un premio in denaro.

Gli altri nove partecipanti erano altrettanto felici basile conparlo di Adolfo Caterino, Angela Fusco, Elena Fusco, Antonia Iannettone, Carlo Iorio, Maddalena Orlando, Amalia Ramunno, Clemente Santonastaso e Nicola Tavoletta. Per le giovanissime colleghe, come potrete vedere nel video, vi sono stati anche omaggi floreali sia alle giovani vincitrici che a qualche meno giovane senatore, come l'avv. Guido Lombardo da non meglio specificati ammiratori o ammiratrici !

lombardoAnche su questo il Presidente Grillo simpaticamente ha scherzato!

Prima di chiudere però vorremmo  sottolineare che tra i senatori, che sono tutti vecchi amici e colleghi, ce n'era qualcuno che abbiamo incontrato più di altri durante i diversi decenni di professione, l'avv. Luigi Maratta, che qualcuno mi dice erre anche possibile candidato alle prossime amministrative a Mondragone.

giaquinto vittorio"Gigino" era accompagnato dalla sua gentile signora e dai figli e nipotini, oltre che dal genero avv. Federico che, come ha detto Pigrini nella motivazione, proseguirà la sua opera insieme al giovanissimo collega Giuseppe, figlio dell'avv. Maratta.

Il presidente  Grillo, prima che il segretario Pigrini leggesse la motivazione ha sottolineato che l'avv. Maratta arriva di buon'ora la mattina in tribunale e l'avv. Maratta pubblico giovaniavvha raccomandato ai giovani presenti:"Mi raccomando non presentatevi mai in udienza senza leggervi le carte!" Il Presidente Grillo ha aggiunto: "meglio leggersele prima che dopo!"

C'era anche una stellina dell'avvocatura calena che ha partecipato al Simulacro del Processo Civile, la dott.ssa Antonia Iannettone, la figlia dell'Avv. Luigi, era in compagnia della mamma , Lina.

A tutti i senatori l'augurio  che possano continuare l'esercizio della professione per tanti e tanti anni ancora.

Ai giovani tutti auguriamo che possano esercitare la  professione più bella del mondo sempre con decoro e dignità e che possano contemporaneamente fare gli avocati come l'hanno fatto tanti prima di loro ma che, a differenza di quelli che li hanno preceduti, possano essere finalmente riconosciuti anche loro soggetti  di giurisdizione!