MONDRAGONE

Emergenze sociali e inadeguatezze comunali Comunicato Stampa dell’Associazione Mondragone Bene Comune Sul  nuovo fondo di  296.798,36 euro che il Comune di Mondragone ha ricevuto per misure urgenti di “solidarietà alimentare” continua a regnare da parte dell’ Amministrazione Pacifico un assoluto silenzio (fino a ieri sera  all’albo  online eravamo ancora fermi alla sola delibera di Giunta di variazione del bilancio), nonostante un nostro preventivo comunicato di allerta e di proposte e l’appello a fare presto (e bene):https://www.giornalenews.it/archives/82103. La pandemia e il conseguente lockdown hanno spinto verso la povertà nuove fasce della popolazione cittadina ed aumentato l’insicurezza alimentare di tante nostre famiglie, colpendo in particolare coloro che già vivevano in condizioni di precarietà. E’ in atto in città una grave emergenza sociale che mal si concilia con le lentezze burocratiche comunali e che non può sopportare oltremodo i deficit organizzativi del settore del welfare, che sconta drammaticamente la scellerata scelta imposta a Pacifico di non nominare tre anni e mezzo fa un assessore al settore. L’AMBC(non sapendo più a quale “santo” votarsi) fa un appello alla minoranza degli ex sindaci Giovanni Schiappa e Achille Cennami affinché usino tutti gli strumenti che la legge e lo Statuto comunale mettono a disposizione dei Consiglieri comunali per scongiurare ritardi ed inadempienze e, soprattutto, abusi, discrezionalità, interferenze e clientele nell’erogazione di questi nuovi “buoni spesa”. E affinché intervengano -anche coinvolgendo la regione Campania con un’apposita denuncia- per porre fine allo “scandalo” della Protezione civile locale, che continua a perseverare nell’illegittimità! Agli operatori dell’Ufficio dei Servizi Sociali e alla responsabile, dott.ssa MarfisaVarone, segnaliamo invece l’utile Rapporto “La pandemia che affama l’Italia. Covid-19, povertà alimentare e diritto al cibo”  diAction Aid che indaga come l’emergenza sanitaria abbia allargato lo scenario della povertà alimentare nel nostro Paese, mettendo in luce le politiche di contrasto realizzate dal Governo e dagli enti locali, le risposte solidali nate dal basso sui territori ed anche la gestione dei buoni spesa della scorsa primavera. Ma le urgenze sociali della nostra città non si fermano esclusivamente all’emergenza alimentare. La povertà educativa si fa sempre più acuta anche da noi, nell’assoluta inadeguateza di un’Amministrazione comunale  che non è riuscita a mettere in piedi in questi anni alcun progetto strutturale in favore dell’infanzia. L’AMBC, nonostante il diffuso scetticismo che accompagna le incapacità amministrative e le disavventure di questi uomini (soli) al comando, continua imperterrita ad essere propositiva, segnalando -in questa occasione- un bando per i comuni italiani, per contrastare la povertà educativa e l’esclusione sociale dei bambini e dei ragazzi, in un momento in cui l’emergenza sanitaria ha acuito le disuguaglianze, le fragilità e i divari socioeconomici.  Si chiama “Educare in comune” e lo ha pubblicato il Dipartimento per le Politiche della Famiglia, il budget è di 15 milioni di euro, per progetti, anche sperimentali, che valorizzino lo sviluppo delle potenzialità fisiche, cognitive, emotive e sociali dei bambini e degli adolescenti, al fine di renderli individui attivi e responsabili all’interno delle proprie comunità di appartenenza. Per l'esattezza il titolo completo è “per il finanziamento di progetti per il contrasto della poverta’ educativa e il sostegno delle opportunità culturali e educative di persone minorenni”. In linea con gli obiettivi della Child Guarantee, i progetti dovranno essere volti a contrastare gli effetti negativi prodotti dalla pandemia su bambini e ragazzi. Tre sono le aree tematiche oggetto di finanziamento: famiglia come risorsa; relazione e inclusione; cultura, arte e ambiente. I comuni potranno partecipare singolarmente o in forma associata, anche in collaborazione con enti pubblici e privati. Ciascuna proposta progettuale potrà beneficiare di un finanziamento fra i 50mila e i 350mila euro. La scadenza dei termini di presentazione delle proposte progettuali è fissata al 1° marzo 2021. I progetti ammessi a finanziamento dovranno avere una durata di 12 mesi. La 35^ Giornata Internazionale del Volontariato del 5 dicembre sarà tutta dedicata quest’anno al ruolo del volontariato nel sostegno alla popolazione nell’emergenza Covid 19. L’AMBCsegnala l’interessante  “Guida ai servizi destinati alle persone con disabilità erogati dalle ODV della provincia di Caserta” edita dal CSV Asso.https://www.storiedivolontariato.it/CSV-SDV-web.pdf. E terminiamo con “Cure a casa”, la circolare del Ministero scritta con i medici di famiglia: PDFVo.Ce.: https://www.storiedivolontariato.it/CSV-SDV-web.pdf. E terminiamo con “Cure a casa”, la circolare del Ministero scritta con i medici di famiglia: PDFIl testo della circolare sulle cure a casa.
CAMPI ROM, ZINZI (LEGA): “PORTEREMO IN CONSIGLIO UNA NUOVA PROPOSTA DI LEGGE, BASTA DEGRADO” “I campi rom sono un ricettacolo di rifiuti, sono pericolosi e vanno superati. Oggi l’istituzione di una zona rossa all’interno dell’insediamento nomade di Scampia ne conferma, se ancora ce ne fosse stato bisogno, anche l’incontrollabilità dal punto di vista sanitario. Nonostante il dibattito che saltuariamente si accende ad oggi si sono registrate solo iniziative tampone. L’unica vera soluzione, lo sosteniamo da tempo, deve passare attraverso un provvedimento normativo. Ripresenteremo la proposta di legge regionale contro il degrado e per lo smantellamento dei campi rom già depositata nel corso della scorsa Legislatura, ma mai calendarizzata in Aula. La Campania ha bisogno di risposte concrete a temi come sicurezza, dispersione scolastica e prevenzione di roghi tossici. Aspetti che trovano tutti soluzione nel testo di legge”.  Così il capogruppo Lega in Consiglio regionale, Gianpiero Zinzi. 
Nel corso della tarda serata di ieri, in Sessa Aurunca (Ce), i carabinieri del radiomobile della locale Compagnia hanno tratto in arresto per resistenza a P.U. e ricettazione due cittadini albanesi, un 38enne ed una 32enne. Costoro a bordo di un motociclo honda "Djlan 150", non si sono fermati all’alt imposto dai militari dell’Arma durante un controllo lungo la SS. Domiziana km. 12+500 del comune di Sessa Aurunca, proseguendo la corsa in direzione nord. Immediatamente inseguiti sono poi stati raggiunti e bloccati. Dai successivi accertamenti è emerso che il motociclo era stato denunciato rubato presso la stazione carabinieri di Napoli Posillipo (Na) in data 08.05.2020. Gli arrestati verranno giudicati con  rito direttissimo.  
Ass.Federico Antonio
La scelta dall’assessore delegato Emilio Di Lorenzo che ha “e-seguito” quanto indicato dall’ex assessore ai rifiuti Antonio Federico, senza rispetto per la storia del nostro territorio, hanno il coraggio di “calpestare” i resti archeologici del santuario di Panetelle, importante tempio preromano, senza tentennamento alcuno. Ciò va unito alle scelte scellerate già compiute in un recente passato su quell’area, quando senza se e senza ma il sindaco Virgilio Pacifico localizzo’ il deposito del cantiere rifiuti proprio accanto ai nostri imprenditori ortofrutticoli, ed ora proprio lì consente che siano conferite categorie di rifiuti inquinanti e certamente non compatibili con la frutta gli ortaggi della nostra terra. Dopo aver mancato più fantasmagoriche promesse elettorali riguardo all’ex Idac, con tanto di funivie e torri, oggi i consiglieri comunali di maggioranza si applaudono da soli dinanzi alla realizzazione di un centro che, comunque, lamenta l’assenza di un sistema di gestione degli accessi che prevede premialita’ riguardo al conferimento, ma esclusivamente l’esibizione dell’ultima bolletta pagata. Insomma, si tratta di un’isola ecologica che non incentiva chi paga e non educa chi non lo fa! Vigileremo, poi, affinche’ i locali dell’ex zuccherificio non siano utilizzati dal gestore dei rifiuti in luogo di quanto e’ già previsto nel capitolato a proprio carico, ovvero l’utilizzo degli spazi di cantiere, ma anche per la realizzazione di taluni servizi ed alcune prestazioni già previste e remunerate. Infine, nel merito siamo d’accordo ma il sistema ha certamente bisogno di essere organizzato meglio onde favorire la più ampia partecipazione, abituando la popolazione mondragonese. Nel metodo, invece, non ci troviamo per niente d’accordo anzitutto per la localizzazione che mortifica le eccellenze del territorio e, se non rispetta il passato, significa che ipoteca seriamente il futuro. I consiglieri di opposizione del centro destra cittadino Valerio Bertolino, Pasquale Marquez, Alessandro Pagliaro, Antonio Pagliaro e Giovanni Schiappa
Giampiero Zinzi
Bando medici Covid, Zinzi (Lega): "Campanello d'allarme, poche tutele e zero riconoscimenti per il personale sanitario" BANDO MEDICI COVID, ZINZI (LEGA): “CAMPANELLO D’ALLARME, POCHE TUTELE E ZERO RICONOSCIMENTI PER IL PERSONALE SANITARIO”. “L’alto numero di rinunce dei partecipanti al bando della protezione civile per i medici in Campania e, in generale, le difficoltà della Regione di ampliare la dotazione di personale sanitario in servizio, rappresentano certamente un campanello d’allarme sul sistema di reclutamento e sul riconoscimento professionale che deve far riflettere. A fronte di prestazioni ad alto rischio nella maggioranza dei casi non vengono proposte condizioni lavorative e livelli di retribuzioni adeguate. Medici e infermieri sono stati determinati nel corso della prima ondata della pandemia, affrontare la seconda ondata senza aver predisposto un piano di reclutamento è stato folle né tantomeno si può pensare di ricorrere sempre e solo a rapporti di lavoro limitati nel tempo”. Così Gianpiero Zinzi, componente Commissione Sanità e capogruppo della Lega in Regione Campania. 

CALVI RISORTA (CE): I CARABINIERI FORESTALE DELLA STAZIONE DI CALVI RISORTA SEQUESTRANO UN’AREA INTERESSATA DA ILLECITO SMALTIMENTO DI RIFIUTI SPECIALI PROVENIENTI DA DEMOLIZIONI

da Sole24:Buongiorno da Morning24, la newsletter quotidiana del Sole 24 Ore. Oggi parliamo

Approvazione Bilancio

16/11/2020 – Aggiornamento sullariattivazione dei servizi nella Sala ServerNazionale di Napoli Riattivati i servizidel civile nel Distretto di Corte di Appello di...

Aggiornamento sulla riattivazione dei servizi nella Sala Server Nazionale di Napoli. 11/16/20 . Riattivati i servizi del civile nel Distretto di Corte di Appellodi...

Riattivati i servizi del civile nel Distrettodi Corte di Appello di Napoli. Nel corsodella mattinata saranno riattivati i sistemi del civile dei Distretti di Cortedi...

Nella Relazione sulla performance vanno riportate info sui risultati in tema di standard di qualità dei servizi (Del. n. 3/2012 CiVIT) Nelle Linee guida - ciclo di...

Sistema informativo dell'offerta dei servizisociali, a sua volta articolato in: banca dati dei servizi attivati; banca dati delle professioni e degli operatori sociali....

In quest'area sono raccolte le schede di prestazioni e servizi relative al tema prescelto. Puoi, tra l'altro, utilizzare le icone dedicate per commentarle, aggiungerle ai...

La Legge di istituzione del Servizio Sanitario Nazionale (SSN), 23 dicembre 1978 n. 833 definisce per la prima volta i DistrettiSanitari e prevede, all’art. 10...

Linee guida sulla sicurezza per la disabilitazione dei servizi in Windows Server 2016 con Esperienza desktop Guidance on disabling system services on Windows Server 2016...

Servizi sociosanitari, volontariato - Alceste Santuari - 03/11/2017 Volontariato e comuni: solo attraverso associazioni convenzionate – Corte Conti Lombardia 281/1...

Una soluzione per meglio orientarsi con i servizi è utilizzare un tool esterno che permetta di gestire i servizi dei sistemiWindows in modo più facilitato e chiaro....

Il presidente di Confcommercio Caserta, Lucio Sindaco, ha inviato una lettera a tutti i Comuni della provincia per chiedere un contributo concreto alla categoria in questo drammatico momento. Tra le richieste ci sono la sospensione del pagamento della tassa rifiuti con slittamento delle rate a marzo 2021, l’esenzione dei tributi comunali a carico dei commercianti, relativamente al periodo di sospensione obbligatoria dell’attività, e soprattutto una riduzione delle altre imposte comunali, anche alla luce della drastica riduzione del fatturato medio dei negozianti che in alcuni casi ha superato addirittura il sessanta per cento. Chiesto anche lo stop ai dispositivi di zona a traffico limitato e la sospensione del pagamento della sosta sulle strisce blu per agevolare l’asporto ed evitare così assembramenti. ‘Il commercio e l’economia dei nostri territori – si legge nella lettera inviata ai sindaci – sono in estrema difficoltà per effetto dell’emergenza sanitaria. Gli imprenditori impossibilitati a lavorare regolarmente, si sentono pertanto sopraffatti dalle scadenze fiscali e dall’onere di tasse e imposte. Alla luce di tutto ciò riteniamo opportuno che i sindaci adottino tutte le misure in loro potere per alleggerire il carico dei propri concittadini’. ‘E’ giusto, a nostro avviso – fa notare il presidente Lucio Sindaco – che anche i Comuni facciano la loro parte per alleviare i disagi di una grossa fetta della popolazione. Ora come non mai è fondamentale infatti intervenire con tempestività per contenere i danni al commercio e ridurre l’impatto negativo della pandemia sul tessuto economico-produttivo, adottando provvedimenti e misure straordinari che vadano ad aggiungersi a quelli già messi in campo dalla Regione e dal Governo. Tutto ciò anche e soprattutto in vista delle festività natalizie. Speriamo vivamente che tutti i sindaci della provincia rispondano positivamente al nostro appello per il bene dei commercianti e dell’intera comunità’.

(Anna Smimmo) – La situazione attuale è davvero drammatica con questo Covid-19 che si diffonde nel mondo in maniera esponenziale non avendo pietà su nessuna persona. Tutti gli eventi sono stati annullati e

PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere COMUNICATO STAMPA In data odierna, la