che l’AMBC sta facendo e di cui si occuperà nel prossimo Comunicato Stampa dell’Associazione Mondragone Bene

Comune In tanti ci stanno chiedendo in questi giorni perché siamo assenti da un po’ dal dibattito politico cittadino e i motivi per i quali non proponiamo più, non contestiamo, non segnaliamo o denunciamo così come abbiamo fatto per anni quasi quotidianamente. Potremmo ricorrere al mitico Totò e dirvi che “abbiamo detto tutto”. E potremmo anche dirvi che sono sempre di meno coloro che vogliono ospitarci. Ma in realtà si tratta soltanto di una scelta politica che ci sta portando verso altro. In questi lunghi e faticosi mesi l’AMBC- che ha ormai definitivamente lasciato al proprio destino Pacifico&Co e tutto ciò che ruota intorno a Mister 21mila- ha cercato di non stare con le mani in mano. L’Associazione Mondragone Bene Comune è stata tra i promotori della Società della Curahttps://societadellacura.blogspot.com/, un movimento che ha raccolto in poco tempo in tutt’Italia oltre 700 tra adesioni collettive e individuali (la lista integrale, in continuo aggiornamento, è qui) intorno ad  un manifesto di visione che mette al centro la transizione ecologica e sociale, le questioni di genere, il lavoro precario e sotto attacco, una sanità e un’educazione all’altezza. Ma soprattutto la necessità di riaprire un conflitto con un’economia basata sui profitti che sta dimostrando, sempre di più, il suo lato insostenibile, a cominciare da equilibri naturali e climatici sempre più in bilico. A quel manifesto sono seguite assemblee e la conseguente elaborazione di piattaforme tematiche in vista della mobilitazione programmata per il 21 novembre prossimo, primo vero momento collettivo per un movimento che cresce. Qui trovate l’Appello per la mobilitazione di sabato prossimo 21 Novembre (qualcuno di noi cercherà di essere presente a Piazza del Popolo a Roma): https://societadellacura.blogspot.com/2020/11/lappello-sabato-21-novembre_14.html.  Per maggiori informazioni: ►qui;  per aderire, scrivete a: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.. L’AMBC cercherà nell’ambito di questo straordinario progetto partecipativo, che è la Società della Cura, di continuare ad occuparsi di governo delle città, ovvero di ciò che abbiamo inutilmente proposto per tanto tempo a questa città, che invano accennammo nel programma scritto per Pacifico -da questi per insensibilità ed incapacità miseramente tradito-: https://societadellacura.blogspot.com/2020/10/il-metodo-di-governo-delle-citta-ass.html e che da anni proponiamo dalle pagine di alcuni quotidiani online, che gentilmente ci hanno ospitato in questo tempo (e che ringraziamo di cuore). L’AMBC ha anche  seguito in questo periodo -tra le tante altre cose- le iniziative del  Movimento Cattolico Mondiale per il Clima. Un Movimento che di recente ha lanciato Io Sto con Papa Francesco, una nuova campagna digitale globale promossa dal GCCM e aperta a tutti coloro che desiderano sostenere i cattolici a mobilitarsi intorno all'intenzione di preghiera del Papa a sostegno di una giusta risposta alla pandemia COVID e all’emergenza climatica. Basata sulla profonda intenzione di preghiera diffusa da Papa Francesco a settembre per cui le risorse del pianeta non devono essere saccheggiate ma condivise in modo giusto e rispettoso, la campagna è una petizione online che invita tutti i cattolici del mondo a pregare con Papa Francesco e a spingere governi e aziende di tutto il mondo a compiere una giusta transizione verso un'economia sana basata sulle energie rinnovabili. La campagna è stata lanciata il 19 settembre e sarà possibile firmarla fino al 18 novembre. L’AMBC vi invita a partecipare e a condividere la petizione, utilizzando il pacchetto di materiali per i social media fornito dal Movimento. E’ un modo per mostrare  a Papa Francesco che sosteniamo la sua visione di una nuova economia. Il 19-20 novembre questa visione sarà discussa in un evento online che celebra l '“Economy of FrancescoScarica pdf. Su invito di Papa Francesco,  i giovani imprenditori cattolici di tutto il mondo si riuniranno per discutere. L'esito della petizione sarà condiviso simbolicamente durante la conferenza online per mostrare a Papa Francesco e ai giovani cattolici che non sono soli e che la comunità cattolica mondiale è con loro ed è pronta a far sentire la propria voce. Vi invitiamo a partecipare alla campagna firmando la petizione e condividendola utilizzando questo pacchetto di materiali per i social media! Stiamo, infine, raccogliendo adesioni per il tesseramento dei VERDI, che- salvo proroghe- dovrebbe concludersi il prossimo 30 Novembre. Chi ha meno di 26 anni potrà aderire gratuitamente, mentre dai 27 anni in su viene chiesta  una piccola quota di 10 €. C’è bisogno anche da noi e nel nostro territorio di una maggiore “presenza verde”, fatta soprattutto di giovani,  in grado di ripensare totalmente il governo della nostra città, della nostra provincia e della nostra regione. Vi chiediamo di contattare Gianni Pagliaro a questo indirizzo: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. e di aderire a EUROPA VERDE  https://europaverde.it/, continuando così una lunga tradizione politica cittadina partita 33 anni fa, nel lontano 1987.